Primitivo, Susumaniello, Negroamaro e Malvasia bianca nella massima interpretazione delle loro potenzialità. Cinque perle dell’enologia pugliese dai quattro vitigni autoctoni più rappresentativi dell’area salentina.